Torna in Home Page


Stampa il documento

Condividi su Facebook
Condividi su Facebook



MUR (MINISTERO UNIVERSIT└ E RICERCA) - INDICAZIONI OPERATIVE SULLE PROCEDURE DI ACCREDITAMENTO INIZIALE E PERIODICO DEI PERCORSI DI FORMAZIONE INSEGNANTI A.A. 2023/2024 - 30, 36, 60 CFU
Data: Mercoledý, 08 Novembre 2023, ore 17:10:00
Argomento: SCUOLA E UNIVERSIT└




Ad agosto 2023 è stato firmato il DPCM che regola i nuovi percorsi di abilitazione Docenti.
I corsi dovrebbero partire già con l’anno accademico 2023/24 presso le Università riconosciute dal MIM (Ministero Istruzione e Merito), come disciplinato dal DPCM del 4 agosto 2023 e delineato dal Decreto Legge n. 36/2022 (vedi nostro articolo in merito)...



il Ministero dell’Università e della Ricerca ha pubblicato la Nota N. 21328 del 6 novembre 2023 avente come oggetto "Indicazioni operative sulle procedure di accreditamento iniziale e periodico dei percorsi di formazione insegnanti a.a. 2023/2024 – Segue nota prot. n. 19087 del 17 ottobre 2023".

Il Ministero ha fornito ulteriori indicazioni in merito ai prossimi concorsi e ai percorsi abilitanti da attivare nell’anno accademico 2023/24:

Primo concorso
Il MIM provvederà ad indire le procedure concorsuali secondo la seguente cadenza:

  • prima procedura concorsuale, da bandire presumibilmente nel mese di novembre 2023 finalizzata alla copertura di n. 17.531 posti comuni della scuola secondaria di primo e secondo grado – oggi autorizzati e per i quali si è richiesta un’integrazione a bandire per n. 24.111 – alla quale possono accedere, oltre al personale abilitato:

a) coloro che, fermo restando il possesso del titolo di studio necessario per riferimento alla classe di concorso, nei cinque anni precedenti abbiano svolto, entro il termine per la presentazione della domanda, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale si concorre, valutati come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.

b) coloro che, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito i 24 CFU/CFA previsti quale requisito di accesso al concorso secondo il previgente ordinamento. All’esito di questa prima procedura i vincitori privi di abilitazione sottoscriveranno un contratto annuale a tempo determinato e acquisiranno i crediti mancanti, rispettivamente, di 30 e 36 CFU/CFA attraverso la frequenza dei percorsi di formazione iniziale così come previsto dall’articolo 13, comma 2, e dall’articolo 18 bis, comma 4, secondo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.

  • La seconda procedura concorsuale è da bandire presumibilmente nel mese di febbraio 2024 per circa n. 11.865 posti comuni stimati della scuola secondaria di primo e secondo grado alla quale possono accedere, oltre al personale abilitato:

a) coloro che, fermo restando il possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, nei cinque anni precedenti abbiano svolto, entro il termine per la presentazione della domanda, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale si concorre, valutati come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.

b) coloro che, ai sensi dell’articolo 18 bis, comma 1, primo periodo in possesso del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso, abbiano conseguito (entro il termine del 28 febbraio 2024 previsto dal D.P.C.M.) i 30 CFU/CFA del percorso universitario e accademico di formazione iniziale di cui all’articolo 2 bis del decreto legislativo, in coerenza con il Profilo conclusivo delle competenze professionali del docente abilitato di cui al comma 6 del medesimo articolo e a condizione che parte dei CFU/CFA siano di tirocinio diretto. c) coloro che, ai sensi dell’articolo 18 bis, comma 1, secondo periodo, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito i 24 CFU/CFA previsti quale requisito di accesso al concorso secondo il previgente ordinamento.
All’esito di questa seconda procedura i vincitori privi di abilitazione sottoscriveranno un contratto annuale a tempo determinato e acquisiranno i crediti mancanti di 30 e 36 CFU/CFA attraverso la frequenza dei percorsi di formazione iniziale così come previsto dall’articolo 13, comma 2, e dall’articolo 18 bis, comma 3, secondo periodo e comma 4, secondo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha indicato anche i percorsi da attivare nell’a.a. 2023/24 e il relativo fabbisogno.

a) Percorso universitario e accademico abilitante di formazione iniziale corrispondente a 60 crediti formativi universitari o accademici di cui all’art. 2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59 (allegato 1 del D.P.C.M);

b) Percorso preordinato all’acquisizione dei 30 CFU/CFA, di cui all’art. 18 bis, comma 3, primo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59 (allegato 3 del D.P.C.M.), necessari quale requisito ai fini della partecipazione al concorso che il MIM prevede di bandire nel febbraio 2024; occorre precisare che, come previsto espressamente dal richiamato D.P.C.M. all’articolo 14, comma 2, gli atenei devono assicurare la conclusione dell’offerta dei suddetti 30 CFU/CFA, in sede di prima applicazione, entro il 28 febbraio 2024, anche ove organizzati nell’ambito dei percorsi finalizzati all’acquisizione di 60 CFU/CFA.

c) Percorso preordinato all’acquisizione dei 30 CFU/CFA, di cui all’articolo 2 ter, comma 4 bis, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.

Al fine di garantire la selettività della procedura di reclutamento del personale docente, il fabbisogno di base stimato per i percorsi di cui sopra è di circa n. 35.595 (che potrebbe essere incrementato a circa complessivi n. 40.000) corrispondente al triplo del numero dei posti che verranno banditi per il concorso che il MIM ha intenzione di indire a febbraio 2024, stimati in n. 11.865 e distribuiti secondo il prospetto presente nella piattaforma CINECA.


Sono stati specificati, inoltre, i percorsi abilitanti da attivare nell’anno accademico 2024/25 e il relativo fabbisogno docenti.

a) Percorso universitario e accademico abilitante di formazione iniziale corrispondente a 60 crediti formativi universitari o accademici di cui all’art. 2, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 (allegato 1 del D.P.C.M);

b) Percorso preordinato all’acquisizione dei 30 CFU/CFA destinato ai vincitori del concorso ai sensi dell’art. 13, comma 2, del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59 (allegato 2 del D.P.C.M.);

c) Percorso preordinato all’acquisizione dei 30 CFU/CFA di cui all’art. 2 ter, comma 4 bis, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59;

d) Percorso preordinato all’acquisizione dei 30 CFU/CFA di completamento, di cui all’art. 18 bis, comma 3, secondo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59, destinato ai vincitori del concorso di cui al comma 1 dello stesso articolo (allegato 4 del D.P.C.M.);

e) Percorso preordinato all’acquisizione dei 36 CFU/CFA di completamento, di cui all’art. 18 bis, comma 4, secondo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59 destinato a coloro i quali, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito i 24 CFU/CFA (allegato 5 del D.P.C.M.).

Il fabbisogno massimo stimato per i percorsi di cui sopra per l’a.a. 2024/2025 è di circa n. 35.976, fabbisogno che il MIM dettaglierà per classe di concorso e su base regionale.

Per quanto riguarda l'acquisizione dei 30, 36 e 60 CFU, facciamo ulteriore chiarezza sulla nuova normativa prevista dal MIM:

POSTI DISPONIBILI 30/60 CFU

I posti che verranno messi a bando saranno circa 40mila secondo una stima fornita dal Ministero,
questi saranno così distribuiti per classi di concorso e Regioni: (scarica in pdf)

scarica in pdf


ABILITAZIONE 30 CFU

Il percorso di 30 CFU è dedicato a diverse categorie di candidati:

  • Docenti già abilitati in un’altra classe di concorso o altro grado
  • Docenti specializzati sul sostegno che vogliono ottenere l’abilitazione su materia
  • Docenti con almeno tre anni di servizio nella scuola statale, di cui almeno uno specifico, negli ultimi cinque anni, sulla classe di concorso per la quale si partecipa all’abilitazione
  • Docenti vincitori di concorso ma non abilitati

e si articola in

  • 4 CFU - Discipline di area pedagogica
  • 15 CFU - Tirocinio indiretto
  • 9 CFU - Didattica delle discipline, linguaggio delle discipline, Metodologie e tecnologie didattiche applicate alle discipline di riferimento
  • 2 CFU - Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica


ABILITAZIONE 60 CFU

L’abilitazione all’insegnamento attraverso il nuovo percorso 60 CFU Docenti MIUR aperto a laureati, diplomati ITP e studenti iscritti a corsi universitari che offrono titoli validi per l’insegnamento, a condizione che abbiano accumulato almeno 180 CFU nel loro percorso di studi, il percorso consentirà l’inserimento nella I Fascia Docenti GPS.

Si articola in

  • 10 CFU - Discipline di area pedagogica
  • 15 CFU - Tirocinio diretto specifico per la classe di concorso, con un impegno in presenza di almeno dodici ore per ogni CFU o CFA di tirocinio. Prevede:
    • osservazione guidata delle attività svolte in classe, mirata all’individuazione e all’analisi delle strategie educative e didattiche;
    • osservazione delle dinamiche relazionali nel contesto delle classi e valutazione delle loro ricadute sugli interventi educativi;
    • osservazione durante lo svolgimento delle riunioni degli organi collegiali, del GLO e degli altri momenti di elaborazione collegiale;
    • affiancamento e collaborazione nella progettazione, realizzazione e verifica delle attività didattiche.
  • 5 CFU - Tirocinio indiretto. Le attività di tirocinio indiretto, articolate in momenti di riflessione autonoma e guidata e coordinata dai tutor; documentazione, approfondimento, come progettate dalle sedi, sono volte, tra l’altro,
    • alla rielaborazione delle attività svolte, nel confronto con i colleghi in formazione, i tutor, i docenti del percorso;
    • alla costruzione di una complessiva documentazione del percorso formativo svolto, sotto forma di portfolio professionale.
  • 3 CFU - Formazione inclusiva delle persone con BES
  • 3 CFU - Disciplina di area linguistico-digitale
  • 4 CFU - Disciplina psico-socio-antropologiche
  • 18 CFU - Didattica delle discipline, metodologie e tecnologie didattiche applicate alle discipline di riferimento
  • 2 CFU - Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica

ABILITAZIONE 36 CFU

Il percorso di 36 CFU è riservato ai docenti che hanno ottenuto i 24 CFU entro il 31 ottobre 2022 e che, entro il 31 dicembre 2024, partecipano e superano un concorso docenti.

Si articola in:

  • 3 CFU - Discipline di area pedagogica
  • 10 CFU - Tirocinio diretto (vedi sopra)
  • 3 CFU Tirocinio indiretto (vedi sopra)
  • 3 CFU - Discipline di area linguistico-digitale
  • 15 CFU - Didattica delle discipline, metodologie e tecnologie didattiche applicate alle discipline di riferimento
  • 2 CFU - Discipline relative all’acquisizione di competenze nella legislazione scolastica

 


I LINK ALLE PAGINE DELLE UNIVERSITÀ DELLA PUGLIA CHE ADERISCONO AI PERCORSI DI ABILITAZIONE:

 

Università degli Studi di Bari

Università degli Studi di Foggia

Università del Salento







Questo Articolo proviene da SNALS - Brindisi
http://www.snalsbrindisi.it

L'URL per questa storia è:
http://www.snalsbrindisi.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4610

Amministratore - Webmaster
CARMELO NESTA
webmaster@snalsbrindisi.it