benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 4409668  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 1695 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 485 letture
PENSIONI - LE PROSSIME SCADENZE
Postato Mercoledì, 11 Giugno 2014, ore 18:09:19 da Amministratore

PENSIONI
Pensione
In materia pensionistica due sono le scadenze fissate nel mese di giugno che possono interessare anche il personale della scuola.
La prima è quella del 15 giugno 2014.
La seconda è quella fissata per il 23 giugno 2014....





15 GIUGNO 2014

Entro questa data il governo dovrebbe fornire alla commissione cultura del Senato risposte in merito al reperimento delle risorse economiche necessarie per consentire il pensionamento del personale docente ed Ata che si riconosce nel movimento “Quota 96”. Si tratta come è noto di personale che avendo maturato entro l’anno scolastico 2011/2012, anziché entro il 31 dicembre 2011, i requisiti anagrafici e contributivi richiesti per l’accesso alla pensione dalla normativa previgente l’entrata in vigore del decreto legge 201/2011 (riforma Fornero) non era stato ammesso ad accedere alla pensione.
Potrebbe essere questa l’occasione per verificare la credibilità e la serietà dell'impegno assunto dal ministro dell'istruzione Stefania Giannini al termine di un incontro elettorale organizzato da Scelta Civica (vedi nostro precedente articolo).

23 GIUGNO 2014

Quel giorno avrà infatti inizio, nell'aula di Montecitorio, l'esame delle proposte di legge presentate da Cesare Damiano (Pd), Massimiliano Fedriga (Ln), Renata Polverini (FI), Titti Di Salvo (Sel) nel testo unificato elaborato dal comitato ristretto della Vll commissione lavoro. ll testo contiene proposte di modifiche e/o di integrazione all'articolo 24 del predetto decreto legge 201/2011 e di modifica al comma 2-quater dell’articolo 6 del decreto legge 216/2011 che interessano certamente il personale docente e Ata. L’articolo 1 del testo unificato propone per le lavoratrici che, optando per una liquidazione del trattamento pensionistico secondo le regole del sistema contributivo, cesseranno dal servizio entro il 31 dicembre 2015 – potendo fare valere una anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e una età pari o superiore a 57 anni – la non applicazione delle disposizioni in materia di decorrenza del trattamento pensionistico e di adeguamento dei requisiti di accesso agli incrementi della speranza di vita. Vengono estese anche al personale della scuola le disposizioni di cui alle lettere a) e b) del comma 15-bis dell’articolo 24 del decreto legge: i dipendenti scolastici che entro il 31 dicembre 2012 avevano maturato i requisiti anagrafici e contributivi per l’accesso alla pensione di anzianità richiesti dalla normativa previgente la Fornero (quota 96) potranno conseguire il trattamento della pensione anticipata al compimento di una età non inferiore a 64 anni.
Le lavoratrici scolastiche potranno, invece, conseguire il trattamento di vecchiaia con una età anagrafica non inferiore a 64 anni. Sempre a condizione che la proposta venga trasformata in legge, non troveranno applicazione, limitatamente ai soggetti che matureranno entro il 31 dicembre 2017 i requisiti contributivi per la pensione anticipata (42 anni e dieci mesi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi per le donne), le riduzioni percentuali dei trattamenti pensionistici previste dall’articolo 24, comma 10, terzo e quarto periodo del più volte citato decreto legge 20 1/2011 (1% per ogni anno di anticipo nell’accesso al pensionamento rispetto all’età di 62 anni e 2% per ogni anno inferiore a 60 anni).

(da ITALIAOGGI del 10 giugno 2014)







Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre PENSIONI
· News by admin


Articolo più letto relativo a PENSIONI:
QUANDO POSSO ANDARE IN PENSIONE?


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"PENSIONI - LE PROSSIME SCADENZE" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.07 Secondi
torna su