benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 4492708  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 2417 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 297 letture
ATA: NO AI TAGLI DEGLI ORGANICI, SI ALL’ORGANICO DELL'AUTONOMIA - NOTA UNITARIA AL MIUR
Postato Giovedì, 11 Giugno 2015, ore 08:31:33 da Amministratore

AZIONI DEL SINDACATO

Tagli personale ATA

Prima dell’incontro previsto per giovedì 11 giugno, il MIUR ha dato avvio alle procedure di acquisizione dei dati di organico di diritto per il 2015/2016 secondo parametri che attuano la riduzione di 2.020 posti prevista dalla legge di stabilità. Lo SNALS-Confsal congiuntamente alle altre OO.SS. rappresentative, ritiene inaccettabile una riduzione di organico destinata ad accentuare le difficoltà già esistenti, con risorse che spesso non riescono a soddisfare le esigenze di funzionamento delle istituzioni scolastiche e la sicurezza degli allievi. In una nota unitaria, che di seguito riportiamo, le OO.SS. denunciano tale insostenibile situazione e diffidano il MIUR a non dare avvio a procedure senza aver prima svolto l’informativa alle organizzazioni sindacali, come previsto dal vigente CCNL.



COMUNICATO UNITARIO

Il Ministero, tramite la Direzione Generale per i sistemi informativi, ha emanato la nota prot. n. 1947 dell’8 giugno 2015 indirizzata ai propri uffici territoriali e alle istituzioni scolastiche, riguardante l’organico di diritto del personale ATA 2015/2016.
Nella suddetta comunicazione l’Amministrazione anticipa le indicazioni per l’acquisizione dei dati di organico secondo i nuovi parametri di calcolo, revisionati alla luce delle misure introdotte dalla legge di Stabilità 2015, che prevedono una riduzione di 2.020 unità di personale ATA.
La nota, infatti, fornisce istruzioni su come operare nel sistema informativo il taglio dei posti, prima ancora dello svolgimento dell’incontro d’informativa sindacale, previsto al Miur l’11 giugno 2015. Riteniamo questo fatto molto grave, dal momento che non si è ancora svolto su questo tema il tavolo di confronto con le Organizzazioni Sindacali.
Questo ulteriore taglio agli organici del personale ATA è inaccettabile e intendiamo denunciarne la gravità in quanto penalizza ulteriormente una situazione già gravemente compromessa.
Le norme proposte non garantiscono per nulla la “stabilità” della scuola, a cui da tempo manca un organico sufficiente ai propri bisogni basilari di funzionalità e sicurezza. Quanto proposto non consente di assicurare il regolare funzionamento della scuola all’avvio dell’anno scolastico.
Tutto questo è per noi inaccettabile.
Diffidiamo, pertanto, l’Amministrazione dal procedere con questi atti e di desistere dall’avviare procedure prima ancora di aver incontrato le Organizzazioni Sindacali, che intendono essere ascoltate in merito.
In difetto, si preannuncia la richiesta di procedura di esame ai sensi dell’art. 5 – comma 2 del CCNL Scuola

Roma, 10 giugno 2015

FLC  CGIL

Domenico Pantaleo

CISL  Scuola

Francesco Scrima

UIL  Scuola

Massimo Di Menna

SNALS  Confsal

Marco Paolo Nigi

GILDA Unams

Rino Di Meglio


 



Nella riunione dell'11 giugno 2011, al MIUR la delegazione dello SNALS-CONFSAL ha:

 

  • evidenziato la gravissima scorrettezza della nota emanata prima della riunione in presenza di una convocazione in atto, che tra l’atro, sta correndo il rischio di far fare alle scuole operazioni non conformi a quelle che saranno poi operative per il prossimo anno scolastico ;
  • denunciato l’illegittimità di una tabella per la determinazione degli organici che è in iter di approvazione (si tratta di un regolamento che modifica il preesistente) con la certezza che ciò non avverrà in tempo utile né per le operazioni di definizione dell’organico di diritto né per l’inizio dell’anno scolastico 2015/16. E’ inaccettabile e non corretto rischiare di fare un lavoro a vuoto e, quindi, potrebbe essere opportuno per le scuole attendere per  inserire i dati l’emanazione di norme certe e legittime;
  • chiesto che venisse fornito uno sviluppo delle tabelle per ogni regione in modo da confrontare se l’ipotesi di attribuzione alle stesse fosse equilibrata o meno.

I rappresentanti del nostro sindacato hanno argomentato, tra l’altro, che:

  • la consistenza dell’organico di diritto del personale ATA è già attualmente insufficiente a soddisfare le esigenze delle scuole sia sul piano amministrativo che della vigilanza e sicurezza degli allievi. È, quindi, assolutamente, inaccettabile la determinazione di un organico in contrazione che è vero, viene previsto dalla legge di stabilità, ma dovrebbe tener conto o, quantomeno prevedere una automatica correzione di reintegro posti in presenza dell’approvazione eventuale della legge “buona scuola” che, secondo il testo attuale, comporterà apertura maggiore da parte delle scuole e maggiori oneri anche amministrativi. Tra l’altro, come successo in passato per molti casi di “risparmi” non conseguiti, sono previste anche in questo caso norme compensative di salvaguardia;
  • non si condivide l’accantonamento di una quota, prevista al 3%, da parte dei direttori regionali se non dopo aver garantito a tutte le istituzioni scolastiche almeno un organico pari a quello previsto dallo sviluppo delle tabelle. Si dovrebbe prevedere solo  l’accantonamento della quota eventualmente eccedente lo sviluppo delle tabelle;
  • in relazione ai DSGA non è accettabile la stesura proposta che prevede, in caso di scelta tra abbinamento di sedi sottodimensionate e l’affidamento a un DSGA di ruolo, l’obbligo di ispirarsi a criteri che evitino l’aggravio di spesa, e questo sarebbe logico, ma non la precisazione che ciò deve avvenire anche con priorità rispetto al garantire le necessarie condizioni di funzionalità delle istituzioni scolastiche;
  • in relazione alla delicata tematica dei DSGA che dovranno operare su due istituzioni scolastiche   sono state chieste garanzie sull’immediata attivazione delle procedure  (emanazione direttiva) per la sessione negoziale necessaria per estendere anche agli anni successivi al 2014/15 l’indennità mensile (214 euro lordi mensili) prevista dal CCNL 10/11/2014;
  • nel ricondurre al direttore regionale la competenza sulla gestione e utilizzo del personale esternalizzato si prevede il coinvolgimento per il piano finalizzato ad ottimizzarne l’impiego dei rappresentanti degli enti e dei consorzi, ma si esclude il coinvolgimento delle OO.SS. rappresentative del comparto e va ribadito, anche in questo punto che  “il personale esterno all’amministrazione non può essere utilizzato in punti di erogazione del servizio che in precedenza non fruivano di servizi esternalizzati”

Da parte di tutti i rappresentanti delle altre OO.SS. sono state portate avanti tesi sostanzialmente coincidenti.

Unanimemente si è chiesto, quindi, di sospendere ogni procedura in atto e di non attivarne di nuove fino alla conclusione di questa fase. Infine  è stato precisato che, se non perverranno in tempo utile risposte coerenti alle richieste avanzate,  i sindacati, ai sensi del comma 2, art. 5, del vigente CCNL,  attiveranno richiesta di concertazione.

NOMINE IN RUOLO PERSONALE ATA PER L’A.S. 2015/16
I rappresentanti dell’amministrazione hanno, nel corso della riunione, informato che è stata attivata la procedura autorizzativa per coprire con nuove nomine in ruolo il turnover: Questo non può che essere accolto positivamente, ma non fa venir meno la richiesta di prevedere anche per il personale ATA la definizione di un organico dell’autonomia su cui assicurare la stabilizzazione, anche se con  la necessaria gradualità.

FONDI PER LA FORMAZIONE FINALIZZATA ALL’ATTRIBUZIONE DI NUOVE POSIZIONI ECONOMICHE
Sempre nel corso della riunione, l’amministrazione ha informato che sono stati chiesti fondi dalla legge 440/97 necessari per attivare la formazione prevista per l’attribuzione di posizioni economiche  a seguito di surroga di precedenti beneficiari.






Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre AZIONI DEL SINDACATO
· News by admin


Articolo più letto relativo a AZIONI DEL SINDACATO:
DATI DEFINITIVI ELEZIONI RSU - PROVINCIA DI BRINDISI - UN GRAZIE DI CUORE AI NOSTRI 1721 ELETTORI


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"ATA: NO AI TAGLI DEGLI ORGANICI, SI ALL’ORGANICO DELL'AUTONOMIA - NOTA UNITARIA AL MIUR" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.07 Secondi
torna su