benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 4424797  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 2944 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 505 letture
DAL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO GLI STUDENTI SARANNO LIBERI DI UTILIZZARE IL TELEFONINO A SCUOLA - INTERVISTA RADIOFONICA A DAVIDE FARAONE
Postato Mercoledì, 08 Giugno 2016, ore 15:10:00 da Amministratore

SCUOLA E UNIVERSITÀ carmelo.nesta scrive ...
"





Anche Siri, l'assistente vocale presente nei dispositivi iOS, quali iPhone e iPad, sembra essere entusiasta dell'uso degli smartphone nelle scuole da parte degli studenti, dal prossimo anno scolastico ...



In barba a quanto aveva stabilito nel 2007 l'allora Ministro dell'Istruzione Giuseppe FIORONI con una circolare sul divieto di utilizzo di "telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici" durante l'attività didattica, il sottosegretario Davide FARAONE annuncia, in una intervista a Radio24, la fine del proibizionismo a decorrere dal prossimo anno scolastico.

È sorprendente constatare che l'uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici, considerato meno di 10 anni fa "elemento di distrazione, oltre che una grave mancanza di rispetto per il docente", e  "sanzionabile attraverso provvedimenti orientati non solo a prevenire e scoraggiare tali comportamenti ma anche, secondo una logica educativa propria dell'’istituzione scolastica, a stimolare nello studente la consapevolezza del disvalore dei medesimi", diventi ora strumento di arricchimento dell'attività di insegnamento-apprendimento e occasione per eliminare barriere e migliorare le capacità di apprendimento per i diversamente abili.

E ancora, l'uso del cellulare stigmatizzato nel 2007 quale strumento di possibili azioni di violenza e di bullismo, diviene oggi possibile strumento per proteggere ragazze e ragazzi dal cyber-bullismo.

C'è da fare una considerazione di carattere tecnico: i cellulari del 2007 non avevano la stessa potenzialità di quelli di oggi. L’evoluzione tecnologica ha avuto una crescita esponenziale negli ultimi anni e, anche guardando indietro a pochi anni fa, i primi iphone sembrano ormai preistoria.

Anche il software si è evoluto moltissimo, con applicazioni di notevoli utilità e interesse.

Non solo i cellulari, ma anche gli oggetti che ci circondano, frigoriferi, cucine, lavatrici, televisori, automobili, stampanti hanno subito una notevole evoluzione tecnologica con una capacità di interconnessione tra noi e "loro" che stanno modificando i nostri comportamenti e la nostra stessa vita. Gli smartphone, quindi,  saranno solo una parte di un sistema sempre più vasto e complesso, che ci permetterà di rimanere sempre connessi e di poter condividere tutto in modo sempre più veloce.

Può la scuola rimanere fuori da questa nuova realtà? Credo proprio di no!

Il BYOD (Bring Your Own Device), cioè l’utilizzo di dispositivi elettronici personali degli studenti per svolgere attività didattiche potrà diventare realtà.

C'è da chiedersi in che modo e con quali metodologie i docenti riusciranno a gestire le ricadute di questa innovazione nella didattica e nelle relazioni in una scuola non più isolata ma interconnessa con il mondo?!?

Non sarà facile, soprattutto per quei docenti che usano il cellulare solo come telefono.

L'intervista radiofonica su Radio24 a Davide FARAONE

La trasmissione completa di Radio24

(Carmelo NESTA)

"





Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre SCUOLA E UNIVERSITÀ
· News by admin


Articolo più letto relativo a SCUOLA E UNIVERSITÀ:
OBBLIGHI DEI DOCENTI IN ASSENZA DEGLI ALUNNI


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"DAL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO GLI STUDENTI SARANNO LIBERI DI UTILIZZARE IL TELEFONINO A SCUOLA - INTERVISTA RADIOFONICA A DAVIDE FARAONE" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.09 Secondi
torna su