benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 4424917  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 3043 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 461 letture
LE RISORSE PUBBLICHE NON SARANNO MAI SUFFICIENTI A COLMARE LE ESIGENZE DI INVESTIMENTI NELLA NOSTRA SCUOLA - ARRIVA LO ''SCHOOL BONUS'' PREVISTO DALLA BUONA SCUOLA
Postato Martedì, 20 Settembre 2016, ore 10:35:00 da Amministratore

SCUOLA E UNIVERSITÀ carmelo.nesta scrive ...
"


"Le risorse pubbliche non saranno mai sufficienti a colmare le esigenze di investimenti nella nostra scuola. Stiamo parlando della più grande e preziosa rete pubblica del Paese, ma anche di un cantiere sempre aperto, che richiede costante cura e aggiornamento". Con questa affermazione, riportata a pag. 124 del Rapporto sulla Buona Scuola, Renzi e il suo governo dichiarano che lo Stato non è più in grado di finanziare la sua scuola e danno l'avvio ad una serie di strumenti per attrarre risorse private nel mondo della scuola: School Bonus (un bonus fiscale per un portafoglio di investimenti privati da parte di cittadini, associazioni, fondazioni, imprese nella scuola); School Guarantee (per premiare in maniera più marcata l'investimento nella scuola che crea occupazione giovanile); Crowdfunding (uno strumento che coinvolge tutti i cittadini e mira ad incentivare meccanismi di microfinanziamento diffuso a favore di progetti didattici che mirino a sostenere iniziative in grado di dare speranze concrete ai contesti più difficili, quindi di maggiore impatto sociale); sperimentazione di altri strumenti di "finanza buona" come le obbligazioni ad impatto sociale, i cosiddetti SIB (Social Impact Bonds). ...






In data 19 settembre 2016 è partita la campagna istituzionale di comunicazione sullo #SchoolBonus.

Uno spot tv sulle reti RAI e in radio, una pagina Facebook dedicata per poter interagire con gli utenti e un sito web con tutte le informazioni necessarie per effettuare le erogazioni. Sono gli strumenti della campagna voluta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Struttura di Missione per l’Edilizia Scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri per sensibilizzare i cittadini ad usare il nuovo strumento che consente di sostenere la realizzazione di nuove strutture scolastiche, la manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti e interventi per migliorare l’occupabilità degli studenti, come i progetti di alternanza scuola lavoro. 

#GrazieScuola sarà l’hashtag, la parola chiave, che accompagnerà la campagna sui social. Le scuole riceveranno materiali utili per far circolare le informazioni fra i genitori e invitarli a contribuire al miglioramento dell’edificio scolastico dei figli.

Cosa prevede e come funziona lo School Bonus? A chi effettua una donazione ad un istituto di sua scelta (statale o paritario) spetta un credito d’imposta pari al 65% per le erogazioni effettuate nel 2016 e 2017 e del 50% per quelle disposte nel 2018. L’importo massimo ammesso all’agevolazione fiscale è pari a 100.000 euro per ciascun periodo d’imposta. Il credito d’imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo. I contribuenti scelgono liberamente la scuola a cui fare la donazione. Quest’ultima riceverà il 90 % dell’erogazione, il restante 10 % confluirà in un fondo perequativo che sarà distribuito alle scuole che risultino destinatarie di erogazioni liberali in un ammontare inferiore alla media nazionale.

Con la nota n. 8637 del 10 giugno 2016 il Direttore generale della Direzione per le risorse umane e finanziarie, dott. Jacopo GRECO, comunica ai Dirigenti scolastici che le modalità con cui i contribuenti debbano effettuare il versamento dello School Bonus e le finalità per il riconoscimento del credito di imposta sono riportati nel D. I. n. 238 dell'8 aprile 2016, previsto dal comma 148 della legge 107/2015.

Sorprende il fatto che il credito di imposta non è riconosciuto ai genitori che versano il cosiddetto "contributo volontario" (che poi diventa obbligatorio - vedi nostro articolo). Le scuole sopravvivono ormai solo grazie all’intervento economico dei genitori: il cosiddetto "contributo volontario" è diventato la prima voce di bilancio degli istituti pubblici (vedi uno stralcio del video dell'inchiesta di PRESADIRETTA dell'8 febbraio 2015 su RAI 3).

Ci auguriamo che gli investimenti dei privati nelle scuole pubbliche non creino poche scuole ricche e molte scuole povere, non aumentino le disuguaglianze tra Nord e Sud e le differenze tra ricchi e poveri nella fruizione del diritto di istruzione, in contrasto con quanto prevede la Costituzione.

(Carmelo NESTA)

"





Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre SCUOLA E UNIVERSITÀ
· News by admin


Articolo più letto relativo a SCUOLA E UNIVERSITÀ:
OBBLIGHI DEI DOCENTI IN ASSENZA DEGLI ALUNNI


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"LE RISORSE PUBBLICHE NON SARANNO MAI SUFFICIENTI A COLMARE LE ESIGENZE DI INVESTIMENTI NELLA NOSTRA SCUOLA - ARRIVA LO ''SCHOOL BONUS'' PREVISTO DALLA BUONA SCUOLA" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.61 Secondi
torna su