Torna in Home Page


Stampa il documento

Condividi su Facebook
Condividi su Facebook



NUOVI MODELLI SPERIMENTALI PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE - ADESIONE DELLE SCUOLE ENTRO IL 20 MARZO 2015 - A, B, C, D SONO I NUOVI ''VOTI'' PER VALUTARE LE COMPETENZE
Data: Mercoledý, 18 Febbraio 2015, ore 08:26:02
Argomento: VALUTAZIONE




certificazione

A seguito dell'informativa dell'11 febbraio 2015, il MIUR ha emanato la C.M. n. 3 del 13 febbraio 2015 che reca le istruzioni per l'adozione sperimentale dei nuovi modelli nazionali di certificazione delle competenze nelle scuole del primo ciclo di istruzione.
Segnaliamo che sono state recepite alcune nostre osservazioni fatte al tavolo di confronto, quale quella di consentire alle scuole del primo ciclo interessate ad intraprendere un percorso di ricerca-sperimentazione sui nuovi modelli di certificazione di comunicare l'adesione alla sperimentazione entro il 20 marzo 2015. ...




Un altro punto che soddisfa le nostre riflessioni e osservazioni fatte in sede di informativa è quello relativo alle azioni previste in caso di adesione al percorso sperimentale ed in particolare quello che comporta “l'eventuale adozione, previa deliberazione del collegio dei docenti, al termine del corrente anno scolastico 2014/2015 dei nuovi modelli di certificazione (classe quinta primaria e classe terza secondaria di I grado) da parte delle classi dell'istituto che intendono utilizzare il modello sperimentale”. I nuovi modelli, cioè, non sostituiscono automaticamente quelli correnti, ma la scelta è lasciata all'autonoma valutazione del collegio dei docenti.
Per quanto riguarda lo scadenzario sull'adozione definitiva dei nuovi modelli, rimane confermato quello anticipato nel nostro resoconto sull'incontro dell'11 febbraio che prevede l'adozione obbligatoria a regime per tutte le scuole a decorrere dall'a.s. 2016/2017.
Alla C.M. n.3 Ú allegato il documento recante le “Linee guida per la certificazione delle competenze nel primo ciclo dell'istruzione”.

I livelli con gli indicatori esplicativi

A – Avanzato  
L’alunno/a svolge compiti e risolve problemi complessi, mostrando padronanza nell’uso delle conoscenze e delle abilità; propone e sostiene le proprie opinioni e assume in modo responsabile decisioni consapevoli.

B – Intermedio
L’alunno/a svolge compiti e risolve problemi in situazioni nuove, compie scelte consapevoli, mostrando di saper utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite.

C – Base
L’alunno/a svolge compiti semplici anche in situazioni nuove, mostrando di possedere conoscenze e abilità fondamentali e di saper applicare basilari regole e procedure apprese.

D – Iniziale
L’alunno/a, se opportunamente guidato/a, svolge compiti semplici in situazioni note.

(La scelta dei tre livelli con l’aggiunta di “livello base non raggiunto”, effettuata per il secondo ciclo dal DM n.9/2010, non è sembrata pienamente rispondente al primo ciclo e in modo particolare alla scuola primaria. Per tale motivo viene proposta l’opzione di quattro livelli, accogliendo la dimensione promozionale e proattiva che la certificazione assume nel primo ciclo. Per la scuola secondaria di primo grado viene proposta, proprio per la sua natura sperimentale, l’attribuzione del solo livello tralasciando di riportare, come richiesto dal DPR n. 122/09, il voto.)

ADESIONE ALLA RICERCA-SPERIMENTAZIONE

Per aderire alla sperimentazione le scuole dovranno comunicare l'adesione alla sperimentazione entro il 20 marzo 2015 all'Ufficio Scolastico Regionale di competenza, all'attenzione dello Staff regionale Indicazioni 1° ciclo (Componenti Staff regionale USR Puglia).

L'adesione al percorso sperimentale comporta:

  • la costituzione di un gruppo di progetto con il compito di supervisionare il processo di adozione dei nuovi strumenti e di promuovere lo sviluppo di adeguate iniziative di ricerca, formazione, documentazione, anche nell'ambito delle "misure di accompagnamento" delle Indicazioni/2012 (C.M. 22/2013 e C.M. 49/2014 con All. 2 e All. 3);

  • una adeguata informazione ai genitori circa il significato "formativo" dei nuovi strumenti di certificazione delle competenze e la loro complementarietà con gli ordinari strumenti di valutazione;

  • l'analisi dell'impatto dei nuovi strumenti e le sue ricadute sull'attività progettuale, didattica e valutativa "ordinaria" posta in essere dalla scuola.

  • l'eventuale adozione, previa deliberazione del collegio dei docenti, al termine del corrente a. s. 2014-2015 dei nuovi modelli di certificazione (classe quinta primaria e classe terza secondaria di I grado) da parte delle classi dell'istituto che intendono utilizzare il modello sperimentale.

 


LA CIRCOLARE N. 3

LE LINEE GUIDA

MODELLO PRIMARIA

MODELLO 1° CICLO







Questo Articolo proviene da SNALS - Brindisi
https://www.snalsbrindisi.it

L'URL per questa storia è:
https://www.snalsbrindisi.it/modules.php?name=News&file=article&sid=2170

Amministratore - Webmaster
CARMELO NESTA
webmaster@snalsbrindisi.it