benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 6463882  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

FAI LA SOTTOSCRIZIONE AL NOSTRO FEED

SNALS Brindisi

Orizzontescuola

USR A. T. Brindisi

Corriere.it
Notizie


Repubblica.it
Politica


INPS Circolari

INPS Messaggi

NOIPA Messaggi



Continua a leggere le News


  Articolo n. 2999 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 371 letture
INFORMATIVA SUL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE DEI DOCENTI
Postato Giovedì, 28 Luglio 2016, ore 07:29:15 da Amministratore

FORMAZIONE

piano triennale per la formazione


Nella tarda mattinata del 26/07/2016, si è tenuta al MIUR l’informativa sul Piano Nazionale di formazione dei docenti (vedi nostro precedente articolo); il lungo incontro è terminato nel pomeriggio.
La Delegazione di Parte Pubblica era presieduta dalla dott.ssa Rosa De Pasquale, Capo Dipartimento dell’istruzione del MIUR. Erano inoltre presenti un esponente della segreteria tecnica del Ministro, Damien Lanfray, il Direttore Generale del personale della scuola dott.ssa Novelli e il dott. D’Amico della stessa Direzione Generale. ...



Il rappresentante della Segreteria tecnica e l’Amministrazione hanno illustrato il Piano Nazionale di Formazione che dovrebbe partire già in settembre, evidenziando che, contestualmente, parte anche la macchina organizzativa per la gestione dello specifico fondo di 24 milioni di euro, stanziato dalla L. 107.
Sarà necessario individuare le scuole capofila, per la allocazione dei fondi, massimo entro i primi giorni di novembre, essendo necessario impegnare i fondi con la massima tempestività. In tal senso sarà predisposto uno specifico bando pubblico dal Ministero.

Sintesi dell’intervento del rappresentante della Segreteria del Ministro:
Il rappresentante ha chiarito che il Piano non è soltanto per l’erogazione dei fondi né per la sola finalità di disciplinare l’obbligo formativo per il personale docente. Il Piano è accompagnato da sostanziosi fondi, con uno stanziamento di risorse pari a circa 20 volte rispetto allo stanziamento del passato ed è prescrittivo principalmente per il MIUR, comportando molto impegno per lo stesso. Ha evidenziato che, che al centro del piano, ci sono le scuole e il personale e che il documento dovrebbe essere diviso in tre parti: esigenze Nazionali, spesso richieste dagli stessi docenti, quali le competenze digitali e linguistiche; esigenze della scuola legate al miglioramento e allo sviluppo professionale del docente, nelle quali il Dirigente scolastico accoglie i bisogni formativi dei docenti e il Piano di sviluppo professionale del docente, con l’istituzione di un portfolio professionale del docente.
Vi è una seconda parte legata all’obbligo di formazione; annualmente il docente potrà aggiornare il proprio bagaglio professionale.
Ogni Direzione ha dato una propria indicazione, evidenziando, tra l’altro, la necessità di competenze digitali e quelle relative alla conoscenza delle lingue straniere.
Vi è una seconda area relativa alle competenze di sistema, per implementare le competenze di base e l’innovazione tecnologica; vi è una terza area relativa alla scuola inclusiva, che approfondisce le competenze relative alle diverse modalità di inclusione, non solo degli alunni stranieri o per il sostegno, ma anche per altre forme di inclusione quale la dispersione e il disagio giovanile.
Vi è poi la questione della Governance, con un gruppo di lavoro istituzionalizzato, per seguire il Piano di formazione nella sua attuazione.
Gli ambiti istituiti a livello territoriale creeranno specifiche reti di scopo anche per organizzare la formazione.
A livello di singola scuola si predispone il Piano di Formazione dell’istituto.
L’obbligo di formazione vorrebbe dare giustizia al lavoro svolto dal personale docente, facendo emergere anche la formazione svolta e quella da attuarsi, molto utili per dare prestigio alla professione docente.
Si è soffermato sulla questione dei formatori della scuola e su una possibile valorizzazione economica dell’impegno della formazione.

***

L’Amministrazione ha rappresentato l’obiettivo della necessità di governare il processo per realizzare un sistema per lo sviluppo professionale dei docenti, con la finalità di realizzare un sistema integrato per seguire tutta la formazione attuata a livello Nazionale, anche costituendo un format che determinerà un unico sistema integrato, a livello formativo, anche tenendo conto del lavoro delle Associazioni professionali ed Enti di formazione.

È stata evidenziata la nuova procedura relativa al processo di accreditamento degli Enti di formazione che sarà attuata tutta on line; l’obiettivo è migliorare la formazione ed elevare la qualità dell’offerta formativa.

La Delegazione SNALS-ConfSAL, nel proprio intervento, ha:

  • chiesto di ricevere un testo scritto delle proposte complessive, al fine di valutare con attenzione tutta la delicata materia;
  • sottolineato che il CCNL non viene rinnovato da quasi 10 anni e non è possibile ritenere che la formazione possa quasi considerarsi un prerequisito o comunque una garanzia per una migliore effettuazione del nuovo contratto di lavoro. Occorre, invece, uno stanziamento adeguato che dovrà realizzare l’obiettivo di adeguare le retribuzioni del personale della scuola, ferme da tanti anni, garantendo, sicuramente, un adeguato recupero del potere di acquisto oltre che, ovviamente, l’adeguata valorizzazione della professionalità del personale docente e del personale tutto della scuola;
  • evidenziata la demotivazione alla partecipazione agli incontri se alla fine l’Amministrazione pensa di andare avanti per proprio conto, come ha fatto nella recente questione relativa all’assegnazione dei docenti dagli ambiti alle scuole, sottolineando che la nota MIUR ha disatteso, completamente, i contenuti dell’Accordo politico raggiunto al MIUR, prima della rottura della trattativa. Tale Accordo politico, se correttamente attuato, avrebbe dato certezze di trasparenza e oggettività, e si sarebbe dato, comunque, anche un apporto operativo ai dirigenti scolatici;
  • posto l’accento sulla necessità, in linea con il CCNL 29/11/2007, tutt’ora vigente, di ribadire il diritto alla formazione, senza imporre obblighi cogenti da parte del MIUR, che demotiverebbero la partecipazione del personale ad una attività che, se scelta liberamente e ben svolta, può andare incontro alle esigenze del personale, che negli anni ha dimostrato di utilizzare anche alle proprie risorse economiche per potersi aggiornare ed essere sempre professionalmente adeguato;
  • chiesto un ruolo centrale del collegio dei docenti che, come rientra nelle sue competenze, dovrebbe deliberare le iniziative di formazione, adeguandole al PTOF e al Piano di miglioramento dell’offerta formativa;
  • evidenziato, che, spesso, le scelte e la qualità della formazione fin qui offerte dal MIUR hanno deluso il personale che si è visto costretto a rivolgersi ad associazioni o a privati.







Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre FORMAZIONE
· News by admin


Articolo più letto relativo a FORMAZIONE:
PERIODO DI FORMAZIONE E DI PROVA PER I DOCENTI NEO-ASSUNTI - BILANCIO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI - IL PERCORSO FORMATIVO


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"INFORMATIVA SUL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE DEI DOCENTI" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.06 Secondi
torna su