benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 6295301  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

FAI LA SOTTOSCRIZIONE AL NOSTRO FEED

SNALS Brindisi

Orizzontescuola

USR A. T. Brindisi

Corriere.it
Notizie


Repubblica.it
Politica


INPS Circolari

INPS Messaggi

NOIPA Messaggi



CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 3292 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 656 letture
LIBRO BIANCO SUL FUTURO DELL'EUROPA - RIFLESSIONI E SCENARI PER L'UE A 27 VERSO IL 2025
Postato Venerdì, 24 Marzo 2017, ore 14:05:45 da Amministratore

EVENTI



Il 25 marzo 2017 i 27 leader degli Stati membri dell’Unione Europea si riuniranno a Roma. La Commissione europea offrirà il Libro bianco sul futuro dell’Europa come proprio contributo all’appuntamento. Va, comunque, evidenziato, in occasione dell’approssimarsi della celebrazione dei 60 anni dell’Unione Europea, che in quel momento erano 6 gli Stati membri che firmarono i Trattati di Roma. Oggi, dopo l’uscita della Gran Bretagna, parliamo di un incontro a 27. Il Libro bianco individua i fattori di cambiamento del prossimo decennio e presenta una serie di scenari per la possibile evoluzione dell’Europa da qui al 2025, avviando un dibattito sul futuro dell’Unione. ...





Nel valutare lo scenario, si deve tenere conto che il peso mondiale dell’Europa tende a diminuire, sia in termini di popolazione (dal 25% della popolazione mondiale del 1900, si passerà a meno del 5% entro il 2060), che di potere economico (si calcola meno del 20% del PIL mondiale nel 2030 contro l’attuale 25%). Con il Libro bianco si cerca di orientare il dibattito sul futuro dell’Europa, offrendo una serie di spaccati del potenziale stato dell’Unione da qui al 2025 sulla base di cinque scenari ipotizzati. Ogni scenario presuppone, comunque, che i 27 Stati membri procedano insieme nel loro cammino come Unione.

Scenario 1: Avanti così – “Nello scenario 1, che prevede di proseguire sul percorso già tracciato, l’UE27 si concentra sull’attuazione e potenziamento dell’attuale programma di riforme, in linea con lo spirito degli orientamenti della Commissione “Un nuovo inizio per l’Europa” del 2014 e della dichiarazione di Bratislava concordata da tutti i 27 Stati membri nel 2016. Le priorità sono aggiornate periodicamente, i problemi vengono affrontati nel momento in cui si presentano e la normativa viene aggiornata di conseguenza. L’UE27 continua a concentrarsi sull’occupazione, la crescita e gli investimenti rafforzando il mercato unico e incrementando gli investimenti nelle infrastrutture digitali, dei trasporti e dell’energia. Il funzionamento della moneta unica viene via via migliorato con lo scopo di dare impulso alla crescita e di prevenire gli shock interni ed esterni. Vengono adottate ulteriori misure per rafforzare la vigilanza finanziaria, per garantire la sostenibilità delle finanze pubbliche e per sviluppare i mercati dei capitali affinché finanzino l’economia reale.”

Scenario 2:  Solo il mercato unico – “In uno scenario in cui non riesce a decidere di fare di più in un gran numero di settori, l’UE27 si concentra in misura sempre maggiore su determinati aspetti fondamentali del mercato unico. Manca una volontà comune di agire di più insieme in ambiti quali la migrazione, la sicurezza o la difesa.”

Scenario 3: Chi vuole di più fa di più – “In uno scenario in cui l’UE27 continua secondo la linea attuale, ma in cui alcuni Stati membri ambiscono a fare di più in comune, possono emergere una o più “coalizioni dei volonterosi” che operano in comune in ambiti specifici quali la difesa, la sicurezza interna, la fiscalità o le questioni sociali.
In questo modo nuovi raggruppamenti di Stati membri possono definire accordi specifici di tipo legale o finanziario per intensificare la cooperazione in settori selezionati. Come nel caso dello spazio Schengen o dell’euro, questo può avvenire sulla base del quadro UE27 comune, definendo tuttavia con chiarezza i diritti e le responsabilità. Lo statuto degli altri Stati membri è preservato e viene garantito loro il diritto di associarsi in un secondo tempo al gruppo che è andato più avanti.”

Scenario 4: Fare meno in modo più efficiente – “Sullo sfondo di un consenso sulla necessità di affrontare meglio alcune priorità insieme, l’UE27 decide di concentrare l’attenzione e le limitate risorse disponibili su un numero ristretto di settori. Di conseguenza, l’UE27 può intervenire in maniera molto più rapida e incisiva nei settori prioritari selezionati. Per queste politiche l’UE27 viene dotata di strumenti più efficaci per attuare direttamente e far rispettare le decisioni collettive, come avviene oggi per la politica della concorrenza o per la vigilanza bancaria. In altri settori l’UE27 cessa di intervenire o interviene in misura minore.”

Scenario 5: Fare molto di più insieme – “In uno scenario in cui tutti concordano sul fatto che né l’UE27 nella sua forma attuale né i paesi europei da soli sono adeguatamente equipaggiati per affrontare le sfide attuali, gli Stati membri decidono di condividere in misura maggiore poteri, risorse e processi decisionali in tutti gli ambiti.
Di conseguenza, in tutti i settori la cooperazione tra gli Stati membri si spinge fino a livelli mai raggiunti prima. Analogamente, la zona euro è rafforzata, con la consapevolezza che tutto ciò che comporta un vantaggio per i paesi che condividono la moneta unica apporta contemporaneamente benefici a tutti. Le decisioni di livello europeo vengono concordate più velocemente e applicate rapidamente.”

Nelle intenzioni, il Libro bianco dovrebbe avviare un dibattito aperto e di ampio respiro con i cittadini sull’evoluzione dell’Europa negli anni a venire. Sembra ci sia la consapevolezza che occorre dare ascolto a tutti. La Commissione europea, il Parlamento europeo e gli Stati membri interessati ospiteranno una serie di dibattiti sul futuro dell’Europa che avranno luogo nei parlamenti nazionali. Il Libro bianco costituisce il contributo della Commissione europea al Vertice di Roma. L’anniversario della firma dei trattati di Roma sarà un’occasione per avviare la riflessione, ma sarà anche l’inizio di un processo in cui l’UE lavorerà a 27, dopo la cosiddetta Brexit. Da quanto si apprende, il discorso del presidente Juncker sullo stato dell’Unione 2017 porterà avanti queste idee prima che il Consiglio europeo del dicembre 2017 possa trarre le prime conclusioni, anche in vista delle elezioni del Parlamento europeo che si terranno nel mese di giugno 2019.






Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre EVENTI
· News by admin


Articolo più letto relativo a EVENTI:
GLI AUGURI DI NATALE E CAPODANNO


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"LIBRO BIANCO SUL FUTURO DELL'EUROPA - RIFLESSIONI E SCENARI PER L'UE A 27 VERSO IL 2025" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.06 Secondi
torna su