benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 2243132  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione



ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







RASSEGNA STAMPA

Rassegna stampa


QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA


FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 3770 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 240 letture
FLC CGIL, CISL SCUOLA E UIL SCUOLA FIRMANO DEFINITIVAMENTE IL CCNL COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA
Postato Venerdì, 20 Aprile 2018, ore 09:40:00 da Amministratore

AZIONI DEL SINDACATO





Alle 12,30 del 19 aprile 2018 FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola, con le loro rispettive Confederazioni, firmano definitivamente all'ARAN l'ipotesi di CCNL Comparto Istruzione e Ricerca siglata in data 9 febbraio 2018.  Nel pomeriggio ha firmato anche la GILDA.
Il nostro Segretario Generale, Elvira SERAFINI, mantenendo fede alla linea politico-sindacale del Sindacato, non sottoscrive il suddetto CCNL. Ha, pertanto, così risposto alla nota di convocazione dell’ARAN: ...







FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola non tenendo in nessuna considerazione coloro che dovrebbero rappresentare, firmano un contratto che non sostiene nessuna delle richieste che venivano dai lavoratori (vedi l'ordine del giorno dell’assemblea nazionale unitaria, in data 4 ottobre 2017, presso il Centro Congressi Frentani, a Roma).

FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola non tenendo in nessuna considerazione le linee guida per il rinnovo contrattuale del settore scuola che insieme allo SNALS avevano sottoscritto, firmano un contratto che tradisce l'azione sindacale unitaria intrapresa.

Il nuovo contratto disattende sfacciatamente gli accordi che le Confederazioni CGIL, CISL, UIL hanno sottoscritto con il governo, a palazzo Vidoni,  in data 30 novembre 2016  e la confederazione CONFSAL, a cui aderisce lo SNALS, in data 1° dicembre 2016.

  • Per quel che riguarda l'aspetto economico, il contratto dispone aumenti di stipendio irrisori, ma anche con la beffa di un aumento "a tempo" che dura solo 10 mesi, da marzo a dicembre 2018 con il cosidetto "elemento perequativo" (art. 37) destinato a tutto il personale ATA e ai docenti appartenenti ai primi tre gradoni (quindi fino al gradone 15-20)  per raggiungere gli 85 euro lordi mensili o avvicinarsi. Questo "elemento perequativo" vale solo fino a dicembre 2018, poi sparisce. Con il 1 gennaio 2019, infatti, gli 85 euro lordi, diventati un punto di arrivo e non di partenza (vedi gli impegni e le promesse dei sindacati firmatari)  diventano, per i lavoratori dei primi tre gradoni, un miraggio (vedi tabelle), (vedi "Ridiamo per non piangere").

  • per quel che riguarda l'aspetto delle relazioni sindacali, nell'accordo di palazzo Vidoni c'era l’impegno del Governo ad annullare, con un provvedimento legislativo, quanto stabilito all’articolo 2 del Decreto legislativo 165/2001 novellato dal famigerato "decreto 150/2009 di Brunetta", per il quale "accordi e contratti collettivi possano derogare alla legge ai regolamenti e agli statuti solo se espressamente previsto". Ovvero tra legge e Contratto prevale la legge, per cui tutti gli accordi sindacali in contrasto con la legge sono nulli.
    C'era, quindi, la possibilità di ridare centralità alla contrattazione ed evitare che fosse il Governo a dettare le regole del rapporto di lavoro, tornando al regime pubblicistico del rapporto di lavoro nel pubblico impiego, dopo tante lotte che CGIL, CISL e UIL hanno fatto (negli ani 90 con Bruno Trentin CGIL, Sergio D'Antoni CISL, Giorgio Benvenuto UIL) per arrivare alla privatizzazione (o meglio alla contrattualizzazione) del rapporto di lavoro del pubblico impiego.

    Purtroppo quell'intervento legislativo volto a promuovere il riequilibrio, a favore della contrattazione, del rapporto tra le fonti che disciplinano il rapporto di lavoro, non solo non è stato mai fatto, ma è intervenuto il D.Lgs. 75/2017 di Madia che modifica parzialmente l'art. 2 del D.Lgs. 165/2001, disponendo chiaramente che non possono essere derogate per via contrattuale norme che prevedono l'inderogabilità come la legge 107. Senza l’abolizione dell'articolo 2 del D.Lgs. 165/2001 non si va da nessuna parte e il contratto resta completamente sotto ordinato alle prescrizioni della legge 107 e dei decreti Brunetta e Madia.

    Ma a quanto pare i sindacalisti di FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola non avevano bisogno di questo provvedimento legislativo, perché è il contratto stesso che hanno firmato che esclude materie oggetto di contrattazione previste dal vecchio CCNL 2006/2009, come:

    • i criteri delle assegnazioni ai plessi, sia per il personale docente che Ata,
    • i criteri e le modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all’articolazione dell’orario del personale docente, educativo ed ATA,
    • i criteri per l’individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto;

diventate, nel nuovo contratto, oggetto di confronto, una nuova relazione sindacale che non trova riscontro nelle relazioni sindacali classiche. È una generica relazione sindacale che non vincola assolutamente il dirigente scolastico che, trascorsi 15 giorni dall’avvio della procedura, potrà assumere unilateralmente le proprie decisioni

C'è da non credere!

È attraverso il contratto firmato dai Confederali che si torna al regime pubblicistico del rapporto di lavoro nel pubblico impiego. Sul sito dello SNALS di Brindisi potete leggere un nostro articolo  "IL NUOVO CONTRATTO PROMUOVE IL REGIME PUBBLICISTICO DEL RAPPORTO DI LAVORO NEL PUBBLICO IMPIEGO" che dimostra il graduale ritorno al regime pubblicistico del rapporto di lavoro pubblico con documenti e filmati. 
Eppure al punto 4. Autonomia Scolastica e contrattazione delle Linee guida per il rinnovo del contratto, sottoscritte dai Confederali e dallo SNALS, sono declinate chiaramente le materie oggetto di contrattazione che il contratto doveva prevedere!

E allora, di che cosa stiamo parlando?

In che modo si è ridato valore alla contrattazione?

In che modo si è minato alla base lo spirito della legge 107/2015?

come raccontano FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola nelle loro assemblee e nei loro deliranti proclami di esaltazione per la firma del contratto.

Se per "ridato valore alla contrattazione" e per "minato alla base lo spirito della legge 107/2015" significa l’aver scritto sul contratto che si possono contrattare i criteri generali per la determinazione dei compensi del merito, questa è davvero la classica vittoria di Pirro, in quanto la contrattazione sui criteri per la determinazione dei compensi accessori è già prevista per legge dal D.Lgs 165/2001, artt. 40-45. (come avevamo già pubblicato nel nostro sito a giugno 2016 quando arrivarono alle scuole le risorse per il merito).
I criteri per l'attribuzione dei compensi per il merito al personale restano di competenza del DS. (così come ci ha tenuto a ribadire il MIUR subito dopo la firma del Contratto).

Siamo all'assurdo e al paradossale!

Chi esalta la bontà del contratto sono i Sindacati e il Governo.
I lavoratori, invece, sono delusi e arrabbiati.

Ma c'è una spiegazione anche per questo:

vedi "La firma contratto scuola è stata decisa fuori dal tavolo della trattativa"

La parola Sindacato deriva dal greco Sin (σύν insieme) e Dike (δίκη giustizia, diritto) e significa "Insieme per la giustizia, per il diritto". Il Sindacato è, quindi,  una organizzazione che tutela i diritti dei lavoratori e che li rappresenta, attraverso varie forme di attività (le trattative con i datori di lavoro, le proteste, gli scioperi).

Ma quando il Sindacato è colluso con la politica perde tutte le sue prerogative e le sue funzioni e diventa inutile e superfluo.

I Segretari generali di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, allineati, uniformati e obbedienti ad ordini di partito e di scuderia hanno firmato un contratto che

  • offende la dignità professionale di docenti e ATA con aumenti di stipendio irrisori;
  • attua i principi negativi della legge 107 e dei decreti brunetta e Madia;
  • riduce il potere contrattuale delle RSU;
  • introduce un vincolo triennale nei trasferimenti.

L'ordine del giorno delle assemblee che lo SNALS di Brindisi ha tenuto nelle scuole della provincia è stato:

Contratto scuola 2018: Noi non obbediamo!

Non abbiamo firmato perché non dovevamo obbedire a nessuno!

Siamo un Sindacato libero

Non firmare un contratto è un atto di coraggio,
 con tutte le conseguenze che questa decisione comporta!

Ma non abbiamo voluto tradire i nostri iscritti e la categoria tutta!


IL CCNL ISTRUZIONE E RICERCA (con la firma dei Confederali e della GILDA)








Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre AZIONI DEL SINDACATO
· News by admin


Articolo più letto relativo a AZIONI DEL SINDACATO:
11 OTTOBRE - 22 NOVEMBRE 2012 --- 42 GIORNI DI MOBILITAZIONE DELLA SCUOLA ITALIANA


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"FLC CGIL, CISL SCUOLA E UIL SCUOLA FIRMANO DEFINITIVAMENTE IL CCNL COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.05 Secondi
torna su