benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 6329889  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

FAI LA SOTTOSCRIZIONE AL NOSTRO FEED

SNALS Brindisi

Orizzontescuola

USR A. T. Brindisi

Corriere.it
Notizie


Repubblica.it
Politica


INPS Circolari

INPS Messaggi

NOIPA Messaggi



CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 4524 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 341 letture
INSEDIATO IL GOVERNO MELONI - DAL MI (MINISTERO DELL'ISTRUZIONE) AL MIM (MINISTERO DELL'ISTRUZIONE E DEL MERITO) - MERITOCRAZIA O MERITORIETÀ?
Postato Sabato, 22 Ottobre 2022, ore 17:05:00 da Amministratore

NORMATIVA E POLITICA carmelo.nesta scrive ...
"






Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha giurato al Quirinale, nelle mani del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella...



Il giuramento del Presidente del Consiglio e dei 24 ministri, di cui sei sono donne, si è tenuto al Quirinale alle ore 10 del 22 ottobre 2022.

Molti ministeri hanno cambiato nome: lo Sviluppo economico diventa Imprese e Made in Italy, le Politiche agricole cambiano in Agricoltura e Sovranità alimentare, il nostro Ministero dell'Istruzione si chiamerà Ministero dell'Istruzione e del Merito, insomma per dirlo con gli acronimi, dal MI al MIM.

Il cambiamento del nome di un Ministero non è un puro atto formale, ma certamente implica una sostanziale trasformazione del ruolo del Ministro a cui spetta la funzione di indirizzo politico del Ministero a lui affidato con la definizione degli obiettivi e dei programmi da attuare.

In altri termini, il Ministero si occuperà anche di merito e di valorizzazione del personale.

Già negli anni scorsi, il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini nel governo Renzi, con la legge 107, aveva previsto, ai commi dal 126 al 130, premialità accessorie che il dirigente scolastico, sulla base di criteri individuati dal Comitato per la valutazione dei docenti,  assegnava al personale docente per valorizzazarne il merito, senza alcuna contrattazione con la RSU e le OO.SS. firmatarie del CCNL, in contrasto con l’art. 45 del d. lgs. n. 165 del 2001 (Testo Unico sul Pubblico Impiego) che sancisce che il trattamento economico fondamentale ed accessorio è definito dai contratti collettivi; quindi, con l’intervento e la partecipazione attiva delle Organizzazioni Sindacali.
A chiarire definitivamente la questione è stata la legge finanziaria 2020 (comma 249 della legge n. 160/2019) che ha disposto che "le risorse iscritte nel fondo di cui al comma 126 della legge 13 luglio 2015, n. 107, sono utilizzate dalla contrattazione integrativa in favore del personale scolastico, senza ulteriore vincolo di destinazione".

Sempre in tema di valorizzazione, l'ultimo atto del Ministro Patrizio Bianchi del governo Draghi è stato la firma del Decreto n. 258 del 30 settembre 2022 con i nuovi criteri per l’attribuzione delle risorse per la valorizzazione del personale docente.
Le risorse sono ripartite tra le istituzioni scolastiche sedi di titolarità dei docenti a tempo indeterminato secondo i seguenti criteri:

a) per il 70 per cento ai docenti che non abbiano, almeno nell’ultimo quinquennio, presentato domanda di mobilità, di assegnazione provvisoria, di utilizzazione e che non abbiano accettato il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso. I docenti in sovrannumero negli anni di riferimento, destinatari di mobilità d’ufficio e che abbiano presentato domanda di mobilità condizionata, non rientrano nella esclusione dalla valorizzazione; 

b) per il 30 per cento ai docenti che da almeno cinque anni insegnino in istituzioni scolastiche ubicate in aree caratterizzate da condizioni socio-economiche disagiate, maggiore dispersione scolastica, rientranti nei valori individuati dall’articolo 4 del decreto n. 220 dell'8/8/2022 del Ministro dell’istruzione di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, in attuazione dell’articolo 1, comma 345, della legge 30 dicembre 2021 n. 234, e nell’elenco di cui all’articolo 5, comma 5, del medesimo decreto, non avendo la residenza o il domicilio nella medesima provincia della istituzione scolastica.

Critici sono stati i sindacati con questa ennesima intrusione legislativa sui compensi accessori per la valorizzazione del personale (vedi SNALS , CISL SCUOLA, FLC CGIL).

Attendiamo il nuovo Governo e il nuovo ministro Giuseppe Valditara sulla interpretazione del concetto di Merito, aggiunto nel nome del Ministero dell'Istruzione.

Certamente la meritocrazia intesa come il "potere del merito" è completamente diversa dalla meritorietà intesa come il "criterio del merito".

Se è pur vero che non sia giusto che chi lavora meglio e con più impegno venga trattato egualmente come gli altri, è però necessario che tutti siano trattati equamente e posti nelle stesse condizioni e situazioni di partenza.

 

Sistema di valutazione e valorizzazione degli individui basato esclusivamente sul riconoscimento del loro merito dovuto alle loro intrinseche capacità e
opportunità di cui sono dotati.

Sistema di valutazione e valorizzazione degli individui basato sul riconoscimento del loro merito in funzione di
pari opportunità, medesime condizioni e
situazioni di partenza.


Carmelo NESTA

"





Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre NORMATIVA E POLITICA
· News by admin


Articolo più letto relativo a NORMATIVA E POLITICA:
PUBBLICATI IN GAZZETTA UFFICIALE I DECRETI ATTUATIVI DELLA BUONA SCUOLA


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"INSEDIATO IL GOVERNO MELONI - DAL MI (MINISTERO DELL'ISTRUZIONE) AL MIM (MINISTERO DELL'ISTRUZIONE E DEL MERITO) - MERITOCRAZIA O MERITORIETÀ?" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.08 Secondi
torna su