benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 3921977  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 78 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 579 letture
TESORERIA UNICA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE – EMANATA LA CIRCOLARE APPLICATIVA
Postato Martedì, 06 Novembre 2012, ore 21:26:50 da Amministratore

SERVIZI DI SEGRETERIA

Banca d'Italia
Il MIUR, con la nota prot. n. 6888 del 31/10/2012, ha diramato la circolare del MEF n. 32 di pari data con la quale viene data attuazione all’art. 7, commi 33-34, del D.L. n. 95/2012, convertito con modificazione nella Legge n. 135/2012, che dispone l’assoggettamento al sistema di tesoreria unica delle istituzioni scolastiche.

Nel rinviare, per l’esaustività dell’argomento, al testo completo della suddetta disposizione,  a riguardo, in sintesi, si evidenzia che: ...


• l’assoggettamento al sistema di tesoreria unica comporta l’obbligo per le istituzioni scolastiche di depositare le proprie disponibilità liquide su contabilità speciali aperte presso la tesoreria statale (Banca d’Italia) e non più presso il cassiere con il quale è stata stipulata la convenzione di cassa;

• il cassiere mantiene un ruolo fondamentale per la gestione contabile, in quanto continua a svolgere il servizio di cassa (operazioni di riscossione e pagamento) per conto delle istituzioni scolastiche e intrattiene il rapporto con la Banca d’Italia presso la quale sono depositate le liquidità delle istituzioni stesse;

• dall’ambito di applicazione della norma in argomento sono escluse le scuole pubbliche della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, nonché gli istituti di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica (AFAM);

• i convitti nazionali e gli educandati femminili dello Stato sono assoggettabili al sistema di tesoreria unica mentre per quanto riguarda i convitti e le aziende agrarie/speciali annessi alle istituzioni scolastiche sono queste ultime assoggettate al sistema di tesoreria unica e la gestione della liquidità del convitto/azienda viene svolta cumulativamente con quella dell’istituzione scolastica, attraverso un’unica contabilità speciale di tesoreria unica, pur mantenendo, a livello di contabilità interna, la necessaria separazione contabile delle due gestioni. Nel caso in cui le aziende agrarie/speciali abbiano uno specifico conto per il servizio di cassa dell’azienda, distinto da quello dell’istituzione scolastica cui sono annesse, il cassiere dovrà gestire anche le riscossioni ed i pagamenti dell’azienda sull’unica contabilità speciale aperta presso la Banca d’Italia e intestata all’istituzione scolastica;

• il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato ha disposto d’ufficio entro il 31/10 u.s. l’apertura delle contabilità speciali intestate alle istituzioni scolastiche ed educative, i cui elenchi sono stati forniti dal MIUR, per rendere operativo il loro inserimento in tesoreria unica;

• in sede di prima applicazione spetta ad ogni singola istituzione scolastica comunicare all’istituto con cui intrattengono il servizio di cassa il proprio codice di contabilità speciale, in tempo utile, per effettuare il riversamento di risorse presso la Banca d’Italia;

• il versamento delle disponibilità liquide delle istituzioni scolastiche a favore delle contabilità speciali intestate alle stesse, disposte dai cassieri, deve essere effettuato sul sottoconto infruttifero alla data del 12 novembre 2012;

• operativamente, per consentire che i versamenti pervengano alla tesoreria statale alla prevista data del 12 novembre, è necessario che l’operazione sia disposta dal cassiere entro il giorno lavorativo precedente (9 novembre);

• successivamente alla data del 12 novembre dovranno essere adottate integralmente le procedure della tesoreria unica illustrate nella circolare in commento;

• con il regime di tesoreria unica le entrate si distinguono in entrate proprie (di fatto provenienti dal settore privato) da versare sul sottoconto fruttifero della contabilità speciale aperta presso la tesoreria statale, ed altre entrate che vengono accreditate sul sottoconto infruttifero;

• per le entrate accreditate direttamente presso il cassiere le istituzioni scolastiche dovranno fornire allo stesso indicazione per il riversamento sul sottoconto infruttifero o su quello fruttifero;

• il regime di tesoreria unica prevede l’accentramento presso la tesoreria statale di tutte le disponibilità liquide e, conseguentemente, il divieto di investire in prodotti finanziari le somme eccedenti le esigenze della gestione ordinaria;

• qualora gli istituti scolastici siano titolari di conti correnti postali, destinati in genere ad accogliere versamenti a vario titolo di contributi da parte delle famiglie, possono continuare ad utilizzare questo strumento, con l’obbligo di riversare le risorse presenti sui conti correnti postali presso il cassiere con cadenza almeno quindicinale;

• per quanto riguarda i pagamenti, l’assoggettamento alla tesoreria unica non modifica l’operatività delle singole istituzioni scolastiche, che continuano ad inviare i titoli di spesa emessi con le procedure ordinarie al proprio cassiere;

• per consentire alle istituzioni scolastiche di eseguire controlli e verifiche sulla gestione della contabilità speciale di tesoreria unica, le stesse ricevono mensilmente dalla tesoreria della Banca d’Italia territorialmente competente il modello 56T contenente i movimenti delle entrate e delle uscite ed i saldi del relativo conto di tesoreria unica;

• eventuali richieste di chiarimenti da parte delle scuole sugli aspetti attuativi della norma e sull’operatività del sistema potranno essere indirizzate al MIUR all’apposita casella di posta elettronica dgbilancio.ufficio2@istruzione.it.





Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre SERVIZI DI SEGRETERIA
· News by admin


Articolo più letto relativo a SERVIZI DI SEGRETERIA:
RILEVAZIONE SIDI PAGAMENTI SALDO SUPPLENZE BREVI E SALTUARIE - EMANATA NOTA MIUR


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"TESORERIA UNICA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE – EMANATA LA CIRCOLARE APPLICATIVA" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.07 Secondi
torna su