benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 3935188  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 947 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 437 letture
ORGANIZZAZIONE PERCORSI ABILITANTI SPECIALI (PAS) - INCONTRO AL MIUR
Postato Mercoledì, 13 Novembre 2013, ore 23:18:48 da Amministratore

PRECARI
PAS
Nel pomeriggio del 13 novembre 2013, si è tenuto al Miur un incontro con il seguente o.d.g.: Organizzazione percorsi abilitanti speciali (PAS).
L’Amministrazione era rappresentata dal Capo Dipartimento dott. Luciano Chiappetta, dal Direttore Generale dell’Università, dott. Livon e dai dott. De Angelis e Molitierno. ...










Il Capo Dipartimento ha preannunciato una serie di incontri, nei quali discutere tutte le problematiche dei PAS e dei TFA, fissando un calendario con cadenza quindicinale su tutte le procedure abilitanti e su altri problemi, quali i corsi di sostegno relativi ai docenti in esubero, CLIL ecc.. Ciò per evitare che ci siano delle disfunzioni, come quelle segnalate per la prima gestione dei TFA, per i quali sono sorti talvolta problemi troppo tardivamente per poter essere risolti in maniera univoca sul territorio nazionale.

Il dott. Molitierno ha illustrato una bozza di decreto per l’avvio dei PAS, nel quale si disciplina, tra l’altro, il caso di corsi che abbiano più richiedenti rispetto a quelli effettuabili in prima battuta.
Nella bozza di decreto, che l’Amministrazione ha già dichiarato di voler modificare in alcune parti a seguito del dibattito odierno, si affrontano la questione dei criteri di ripartizione dei candidati.  Qualora la capacità ricettiva degli atenei e delle istituzioni AFAM della regione sia insufficiente rispetto al numero degli aspiranti aventi titolo a partecipare ai percorsi abilitanti si renderà necessaria la suddivisione dei frequentanti in più anni accademici.

La bozza di decreto prevede una priorità determinata dalla mancanza di altra abilitazione e dalla maggiore anzianità di servizio, in considerazione dei servizi valutabili presenti al  SIDI, se prestati nelle scuole statali e quelle derivanti dalle autocertificazioni degli interessati nel caso di prestazione di servizio nelle scuole paritarie o nei centri della formazione professionale; a parità di punteggio è stata prevista la precedenza del candidato con maggiore anzianità anagrafica.

La bozza di decreto prevede, inoltre, la possibilità nel caso di candidati in numero esiguo, di attivazioni di corsi a livello interregionale e di raggruppamenti di classi di concorso omogenee, al fine di ottimizzare le risorse; è prevista inoltre, in tali casi, una maggiore attivazione di percorso on line.

Inoltre, la bozza di decreto prevede che l’inizio dei corsi dovrà avvenire entro la seconda metà del mese di dicembre 2013 e concludersi, possibilmente nel mese di giugno 2014.

La delegazione SNALS-CONFSAL, nel riservarsi osservazioni sulla bozza di decreto ha, tra l’altro, avanzato con forza le seguenti richieste:

  • garanzia di piena validità dell’a.s. 2012/2013 a tutti i fini, compreso anche quello dell’eventuale scaglionamento, negli appositi elenchi che saranno predisposti a cura degli Uffici Scolastici, come ha precisato l’Amministrazione;

  • che sia definito un tetto massimo del costo dei corsi PAS, per non gravare il personale interessato di un onere eccessivo;

  • che si attui un rinvio immediato dei termini per la presentazione della domanda del diritto allo studio per consentire anche a coloro che frequenteranno il PAS di poter produrre domanda;

  • che il personale iscritto ai PAS sia messo nelle migliori condizioni di frequenza;

  • che sia formulata a livello nazionale, fermo restando la contrattazione di livello regionale, una Intesa tra OO.SS. e Amministrazione che consenta, tra l’altro, ai territori la possibilità di “spacchettamento” delle 150 ore anche tra più soggetti: ciò, nel caso che l’Amministrazione non accogliesse la richiesta ottimale formulata dal nostro sindacato di ampliare, in via straordinaria, la percentuale da assegnare al diritto allo studio, in considerazione, ad esempio, del fatto che l’Amministrazione si dovrebbe fare carico, tra l’altro, di consentire al personale in esubero di poter frequentare i corsi di sostegno loro destinati senza dover attingere dalla percentuale destinata alle 150 ore, in quanto è interesse dell’Amministrazione cercare di riassorbire l’esubero;

  • chiesto che l’operazione di avvio dei PAS sia contestuale e non si crei allarme per “fughe in avanti” di alcuni USR, quali, ad  esempio, le Marche, che hanno già ufficializzato l’attivazione di alcuni corsi, ingenerando negli interessati la preoccupazione che altri non verranno organizzati;

  • chiesto garanzie che anche il percorso per la primaria sia attivato in quanto, da alcuni territori, emerge in incontri tra OO.SS. e UU.SS.RR., il dubbio che tali percorsi non saranno attivati;

  • ribadito, ancora una volta, che i corsi devono essere assolutamente attivati per tutte le classi di concorso con immediatezza per non determinare situazioni di negatività per gli aspiranti di alcune classi di concorso, in vista del rifacimento delle graduatorie di istituto.
Il dott. Livon, Direttore Generale dell’Università, ha dichiarato che in tempi brevi l’Università sarà in grado di chiarire qual è l’offerta formativa che potrà essere garantita dalle singole Università; si è riservato una risposta sulla questione specifica dei corsi PAS per la scuola primaria. Per tali ultimi corsi relativi alla scuola primaria il Capo Dipartimento, dott. Chiappetta, ha ribadito che tali corsi saranno attuati e ha garantito che sarà attuata l’istituzione di tutti i PAS per le classi di concorso per le quali ci siano aspiranti, anche se in numero minimo.






Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre PRECARI
· News by admin


Articolo più letto relativo a PRECARI:
MAD - DOMANDA DI MESSA A DISPOSIZIONE


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"ORGANIZZAZIONE PERCORSI ABILITANTI SPECIALI (PAS) - INCONTRO AL MIUR" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.05 Secondi
torna su