benvenuto/a su SNALS - Brindisi
ORGANIZZAZIONI SINDACALI CONFSAL
Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Scuola

Segreteria Provinciale - via Monopoli, 11 - 72100 Brindisi
tel-fax: 0831 528339 - email:puglia.br@snals.it - pec:snalsbrindisi@pec.it

Organigramma SNALS  Sedi SNALS e orari di apertura  Servizi del Patronato  Servizi del CAF Confsal  I legali dello SNALS  L'assicurazione SNALS per gli iscritti 

  Utente_non_iscritto      Visite: 4501387  

HOME PAGE

Torna in Home Page



RICERCA NEL SITO




VISITE AL SITO


Statistiche


Riservato agli amministratori

Pagina di Amministrazione


ARGOMENTI, TEMI E MATERIE


UTILITY

Utilità


La scuola attraverso
gli acronimi

di Carmelo Nesta

L'iter della Buona Scuola
(dal 3/9/14 al 16/7/15)
di Carmelo Nesta







NOTIZIE

Rassegna stampa



QUOTIDIANI OnLine


FORUM


Entra nel Forum



CHAT



Entra in chat



GUESTBOOK

Lascia un messaggio nel guestbook

Lascia un messaggio sul

Lascia un messaggio nel guestbook

dello SNALS di Brindisi


NORMATIVA
08:36:22

FEEDS RSS

CONSULENZA ON LINE

consulenza on line SNALS Brindisi

Richiedi la consulenza
di un esperto dello SNALS


QUESITI PUBBLICATI


Continua a leggere le News


  Articolo n. 351 - © News SNALS-Confsal Brindisi - 521 letture
CORPOSO INCONTRO AL MIUR
Postato Mercoledì, 20 Febbraio 2013, ore 16:19:25 da Amministratore

VARIE
MIUR
La delegazione dell’Amministrazione era guidata dal Capo Dipartimento, Dott. Lucrezia Stellacci, e dal Direttore Generale del Personale, Dott. Luciano Chiappetta.
Gli argomenti affrontati:

1) TFA ORDINARIO
2) TFA RISERVATO
3) NUOVE CLASSI DI CONCORSO ...



1)TFA ORDINARIO
In relazione a questo punto la delegazione del MIUR ha comunicato che, a seguito delle continue e pressanti richieste sindacali, di cui lo SNALS-CONFSAL, è stato promotore, l’Amministrazione intende emanare una comunicazione, con la firma anche del Capo Dipartimento dell’Università, per cercare di garantire risposte alle esigenze dei docenti e uniformità  sul territorio nazionale.
Ci è stato anticipato che, non appena apportate alcune integrazioni e modifiche a seguito dell’incontro odierno, ci sarà inviato il testo definitivo che verrà inviato a tutti i Direttori Regionali.
Nell’attesa di potervi fornire il testo, facciamo presente che dovrebbe, tra l’altro, richiamare:

  • il valore di tutte le FAQ emanate ed emanande;
  • la necessità che i percorsi si concludano prima dell’inizio del prossimo anno scolastico;
  • la possibilità per gli Atenei, oltre i crediti per i docenti in possesso del requisito di almeno 360 giorni di servizio (10 dei 19 di tirocinio e 9 su 18 di didattiche e laboratori disciplinari) di valutare il riconoscimento di ulteriori crediti in relazione a requisiti posseduti dai singoli docenti;
  • il fatto che il tirocinio non deve essere rapportato solo ai momenti in classe, ma anche ad attività collegate;
  • la possibilità di congelare il TFA e di rinviarne la frequenza in particolari situazioni quali, ad esempio, i casi di maternità e di particolari gravi terapie;
  • la facoltà di procedere a scorrimento, in presenza di candidati idonei, nei casi di rinuncia o opzione;
  • diversi aspetti organizzativi tra cui spicca per importanza la necessità di garantire i rapporti lavoro già in essere.


2) TFA RISERVATO

Anche se il tema non era all’ordine del giorno, l’amministrazione ha comunicato che il testo definitivo, dopo il parere delle Commissioni Parlamentari, è stato inviato al concerto del MEF e della Funzione Pubblica nonché alla Presidenza del Consiglio. Si auspica che il concerto dei due ministeri avvenga presso la Presidenza del Consiglio in sede di autorizzazione all’emanazione. Dopo, il testo sarà inviato al parere della Corte dei Conti e si procederà alla emanazione dei provvedimenti attuativi. Nel testo finale dovrebbe essere superato il problema della partecipazione per coloro che posseggono un’altra abilitazione, mentre è, purtroppo, confermato il requisito di servizio necessario per l’accesso, anche alla luce del parere delle Commissioni Parlamentari che non hanno sollevato questo problema.



3)NUOVE CLASSI DI CONCORSO:
L’incontro su questo punto è avvenuto in assenza di un nuovo testo che i rappresentanti dell’Amministrazione avevano, ma che non era stato inviato alle OO.SS.
Gli interventi delle varie delegazioni hanno, quindi, fatto riferimento all’ultimo testo conosciuto e hanno tutti insistito sull’inopportunità dell’emanazione di questo provvedimento. La delegazione dello SNALS-CONFSAL ha basato il suo ragionamento su una logica che si può riassumere come segue:

INOPPORTUNITA’ TEMPORALE:
1) si è alla vigilia di una nuova legislatura, di una nuova maggioranza e di un nuovo governo (come questo governo ha ritenuto di ribaltare quanto fatto e previsto in un testo su cui si era in avanzata fase di definizione e di mediazione con i vari soggetti interessati, anche il futuro governo deve essere lasciato, a maggior ragione, in condizioni di decidere l’impostazione avendo di fronte una intera legislatura); un’operazione di questo tipo avrebbe potuto, forse, aver senso se fatta subito dopo l’insediamento;
2) non è possibile affrontare disgiuntamente il tema delle nuove classi di concorso rispetto all’avvio dell’organico pluriennale d’istituto e di un nuovo impianto delle procedure di reclutamento, sempre fatti salvi i diritti degli inclusi nelle graduatorie ad esaurimento, e senza aver neppure attuato tutto quanto previsto in tema di TFA ordinario e  di TFA riservato.

DUBBI PROCEDURALI CHE ACCENTUANO, TRA L’ALTRO, LE POSSIBILITÀ DI CONTENZIOSI INFINITI:
a) la scelta di procedere per DM e non per via regolamentare coinvolgendo l’intero governo, le commissioni parlamentari e i diversi organi di controllo tra cui, in primis,il Consiglio di Stato è difficile da condividere;
b) ci si domanda come  può essere considerato legittimo procedere per D.M. ai sensi del T.U. e poi non seguire i passaggi ivi previsti. L’aver creato le condizioni di assenza del passaggio, obbligatorio anche se non vincolante, al CNPI fa sorgere il dubbio che la mancata proroga disposta in assenza dell’indizione di nuove elezioni o della definizione di nuovi organi collegiali con nuove competenze, sia stata strumentale ad evitare passaggi che potessero evidenziare le criticità e le scelte non condivisibili del testo proposto. Al riguardo si deve tener presente che la mancata proroga ha conseguenze sui componenti ma non sulla sussistenza dell’organo e sulle sue competenze;
c) non è accettabile procedere senza aver dato la possibilità a tutte le classi di concorso di fruire di percorsi abilitanti;
d) non è possibile continuare a procedere ignorando e rinviando le problematiche connesse ai docenti tecnico pratici sia in relazione ai titoli di accesso sia in relazione alla possibilità di conseguire l’abilitazione;


NON CONDIVISIONE DI MERITO:
Si deve dar atto che, dopo le forti pressioni sindacali avvenute nel primo incontro, il testo è stato notevolmente migliorato per quanto riguarda la fase di tutela del personale a tempo indeterminato (rimane al riguardo inaccettabile limitare la tutela dei futuri soprannumerari  “alla stessa tipologia di percorso”) e di quello compreso nelle graduatorie ad esaurimento tramite la garanzia per ora verbale, che, però, va formalizzata esplicitamente nel testo, della definizione degli organici secondo le attuali classi di concorso, nonché dei titoli di accesso già conseguiti.
Rimangono, però, anche negli articoli, passaggi inaccettabili già denunciati in precedenza, in particolare in relazione alle procedure di individuazione delle classi di concorso da utilizzare nelle singole scuole nei casi di atipicità.
Non può, inoltre, essere accettata la scelta  in un D.M. di fare invasioni in altri campi come quando si ipotizza, al di là di condividere o meno la scelta, l’unificazione dell’organico dell’istituto in presenza dei diversi percorsi di istruzione liceale, tecnica e professionale;


In relazione agli allegati: (allegati.zip)

  • non è accettabile l’assenza della individuazione dei titoli di accesso alle future classi di concorso e il rinvio ad altro provvedimento per ampliare l’abilitazione o i titoli già posseduti;
  • non è ancora iniziata la discussione degli allegati, i cui contenuti per lo SNALS-CONFSAL non sono in molti casi condivisibili in relazione sia alla distribuzione degli insegnamenti tra le future macroaree sia alla stessa composizione di alcune di esse, sia all’eccessiva ampiezza di alcune;
  • non è accettabile la definizione di alcune macroaree che paiono giustificate solo dalla necessità di soddisfare all’input politico “di dimezzare quelle esistenti”,
  • sembra opportuno lavorare confrontando gli accorpamenti precedentemente definiti a seguito di un lungo iter procedurale e quelli proposti attualmente per apportare i necessari miglioramenti.
Alla luce di quanto esposto, la nostra delegazione ha  chiesto formalmente di non procedere in questa fase alla emanazione di un D.M. che ci costringerebbe ad azioni anche giurisdizionali di contrasto a tutela del personale e di coloro che sono in possesso dei titoli di accesso attualmente previsti. 






Se l'articolo è stato di tuo gradimento, condividilo su Facebook!




 
Login

Inserisci nickname e password
Nickname


Password


Non sei ancora iscritto allo SNALS?
Fai qui la richiesta di iscrizione al Sindacato!
Come utente registrato
potrai sfruttare appieno i servizi offerti dal sito.

Sei già registrato e hai dimenticato la password?
Clicca qui

Links Correlati
· Altre VARIE
· News by admin


Articolo più letto relativo a VARIE:
LA DIGNITA' E LA RISPETTABILITA' DEI DOCENTI ORAMAI PERDUTE - SCUOLA SOFFERENTE


Stampa/Condividi articolo
 
Pagina stampabile
Pagina Stampabile

Condividi su FB

Condivisione su Facebook


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


"CORPOSO INCONTRO AL MIUR" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


Amministratore - Webmaster

(Carmelo NESTA)
webmaster@snalsbrindisi.it



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.08 Secondi
torna su